IL PONTE - Intesa civica per Cadoneghe
In comune / La scuola

21 FEBBRAIO 2009

Conta dare il meglio per il futuro dei nostri figli
Risposta alla petizione per l'istituzione di una sezione di scuola media a Cadoneghe Sant'Andrea

di Mirco Gastaldon
sindaco

Gentile residente, facendo seguito a precedenti comunicazioni, desidero aggiornarla riguardo la petizione di cui in oggetto, da lei sottoscritta, in merito all'opportunità di attivare una sezione distaccata dell'istituto comprensivo.
Come lei certamente sa, il sistema scolastico italiano sta vivendo una fase di cambiamento complessa e certamente delicata: sono infatti in via di attuazione, almeno in parte, le modifiche introdotte dalla Riforma Gelmini, che come si sa sono orientate a un'ottica di riduzione delle risorse finanziarie ed umane a disposizione del sistema educativo pubblico.
L'Amministrazione comunale di Cadoneghe si fa portatrice delle esigenze dei cittadini e delle richieste provenienti dalle famiglie, cercando di tutelare i modelli educativi e organizzativi fin qui realizzati nelle scuole pubbliche del territorio.
A questo scopo abbiamo chiesto e ottenuto un nuovo incontro orientativo con il Responsabile dell'Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Franco Venturella, che si è svolto lunedì 16 febbraio u.s. Erano presenti, oltre al sottoscritto, i dirigenti dei due plessi scolastici pubblici di Cadoneghe - Annalisa Squizzato e Giorgio Di Marco - , i presidenti dei rispettivi consigli di circolo e di istituto, nonché alcuni rappresentanti dei genitori di Cadoneghe.
Nel corso dell'incontro abbiamo ribadito l'esistenza di una richiesta specifica proveniente da alcune famiglie di Cadoneghe circa l'opportunità di attivare una sezione distaccata dell'istituto comprensivo.
Il Responsabile dell'Ufficio Scolastico Provinciale si è espresso in forma negativa rispetto alla richiesta in oggetto, in virtù della riduzione delle risorse sopra descritta e in considerazione del fatto che una piccola succursale non risponderebbe alle richieste pedagogiche che una moderna scuola deve avere. Motivazioni che già in un precedente incontro erano state comunicate alla dirigente scolastica, e che confermano quanto avevamo anticipato nelle precedenti comunicazioni. Realizzare una nuova piccola scuola significherebbe fare a meno in partenza di un elevato insieme di servizi accessori oggi necessari per una scuola che possa permetterci di affrontare al meglio il futuro dei nostri figli.
Restano valide le considerazioni fatte in precedenza: l'Amministrazione comunale, per quanto è nelle sue possibilità e nelle sue funzioni, continua ad impegnarsi per individuare modalità di risposta che incontrino le esigenze di organizzazione delle famiglie garantendo alle stesse possibilità di scelta ma garantendo a tutti un livello qualitativo accettabile di formazione in accordo con le dirigenze scolastiche.


 stampa 
www.ilponte.to